Modelli organizzativi

Le regioni chiedono che i Centri di Formazione Professionale, per poter essere accreditati e fornire formazione, devono aver implementato alcuni modelli organizzativi. Si tratta del conosciutissimo sistema gestione qualità, a norma UNI EN ISO 9001, ora nella versione del 2015. Si richiede anche il modello come indicato dall’ex D. LGS. 231/01, con il suo codice etico, organismo di vigilanza, OdV, manuale, regolamento ecc…

Per non parlare dell’adeguamento della struttura a quanto richiesto dalla norma della privacy, d. lgs. 196, e dal nuovo regolamento europeo.

I CFP devono essere informati ed aggiornare continuamente i modelli implementati

Come fare?

Il solito consulente? Oppure vuoi praticare una strada alternativa, più economica e più efficiente ed efficace?

Il consulente “COSTA” e ti fornisce un sistema che spesso ti sei chiesto se non fosse frutto di “copia ed incolla”.

Cosa Propongo?

Non la solita vendita di prodotti e/o servizi, anzi ti consiglio di non acquistare servizi dall’esterno, ti consiglio di autoimplementare il tuo sistema, per averlo realmente tarato sulle tue esigenze, economico e utile.

 Autoimplementare?

Dopo decenni di consulenza per implementare sistemi qualità,  e centinaia di certificazioni attuate, mi sono reso conto che la situazione è matura per l’autoimplementazione.  Per esempio la cultura della qualità è ormai sufficientemente diffusa e gli operatori possono definire autonomamnte il loro “sistema qualità”.

Vuoi eliminare il consulente?

In questo sito vengono fornite indicazioni, tramite ebook gratuiti che potrai scaricare. Inoltre potrai usufruire di un sistema di newsletter che informano e propongono strumenti per agevolare l’autoimplementazione.

Se ti interessa contribuire al dibattito o solo essere informato puoi lasciare il tuo commento nel form seguente oppure iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato delle novità.

Categorie: CFP

2 commenti

Andrea · 9 Febbraio 2017 alle 13:34

Ma si può davvero autoimplementare il sistema qualità, fare tutti i moduli, procedure ecc.
Sarebbe interessante e “risparmioso”.
Ma siamo sicuri che il sistema funzioni?
Posso avere una risposta?
Grazie
Andrea

    admin · 10 Febbraio 2017 alle 13:58

    La nuova norma pone maggiore ebfasi sui contenuti che non sui documenti, pertanto è più vicina all’organizzazione.
    Inoltre il sistema che propongo è stato già certificato da ente, pertanto è corretto.
    Spero di essere stato utile.
    Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: