Scuolaweb: cosa devono fare le scuole?

Scuolaweb aiuta. Le campagne di iscrizione passano attraverso gli strumenti che la scuola si è data: open days, interventi nelle scuole, sono vecchi strumenti di una società “analogica”.

Ora gli studenti, e le famiglie, navigano sul web e prendono le decisioni tramite i risultati offerti da google.

Per iscriversi ad un corso di laurea, ad una scuola superiore, ma anche per le scuole dell’obbligo e per i corsi professionali (CFP) gli studenti e le famiglie visitano il sito web, consultano la pagina facebook, leggono il blog, si iscrivono alla newsletter. In questa maniera reperiscono informazioni e determinano un giudizio sulla scuola. Scuolaweb è diventata una parola d’ordine.

Perché le scuole devono avere un forte presenza nel web?

Risulta ovvio che se le notizie sono reperibili velocemente, scritte in maniera chiara ed esauriente la lettura viene facilitata, si comprende l’obiettivo della proposta, si approfondisce e si continua nella lettura, in caso contrario lo studente cambia sito e si rivolge ad altra scuola.

Oggi si chiede interattività, informazioni complete e velocità nel reperimento, in pratica un atteggiamento da scuolaweb. 

Se non trovano questi strumenti, oppure se sono lenti passano ad altra scuola.

Cosa fare?

Primo passo per scuolaweb:

Definire gli strumenti che consentono una presenza autorevole nel WEB. Essere contattabili anche per argomento: se uno studente chiede corsi di cucina, il nostro sito deve essere in grado di comparire nelle ricerche di google, altrimenti vince la concorrenza. Quindi avere ben impostato il sito, il blog, la pagina facebook, la newsletter e consentire ai visitatori di essere interattivi, alfine di far sentore lo studente partecipe. La interattività avvicina ed accorcia le distanze Non bisogna perdere neanche un solo contatto.

Secondo passo per scuolaweb:

Creare una solida campagna di marketing, che significa individuare il contesto dei possibili allievi, per comprendere quali sono le esigenze da soddisfare. Bisogna conoscere quali sono gli studenti che possono essere interessati alla proposta formativa ed eventualmente adeguarla alle richieste per renderla attuale alle esigenze.

Terzo passo per scuola web:

Creare una comunità online in grado di comunicare valori. La scuola è naturalmente deputata a creare valori e si deve riappropriare di questa funzione che si propaga nel futuro degli allievi. Gli strumenti web, sito e social diffondono il messaggio in maniera più credibile degli articoli e degli spot pubblicitari, parlano lo stesso linguaggio dei giovani e lo fanno sentire a casa. Lo studente deve essere consapevole che la scuola ascolta le sue esigenze.

Si può anche autoimplementare il sito.

Clicca qui per avere informazioni

 

Categorie: CFPweb

1 commento

amilcare · 18 Gennaio 2018 alle 9:31

Oramai i nostri figli stazionano su facebook, quindi risulta necessario avere una comunicazione online efficace.
Quante scuole devono ancora capire questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: